Niviuk ROAMER 2
La leggerezza ti accompagna in ogni volo!
 
 
Recentemente, il sito web tedesco Gemeinsam-Fliegen ha pubblicato una recensione della selletta reversibile di Niviuk Roamer 2. E le sensazioni non avrebbero potuto essere migliori! Vengono sottolineate la leggerezza e la facilità di trasporto come zaino, così come la sua sicurezza e versatilità una volta trasformata in selletta.
 
Leggi l’intero articolo in lingua originale – Roamer 2 - The lightness of being by Jutta (Gemeinsam-Fliegen) – oppure la traduzione che riportiamo di seguito.
 
 
 
 
 

Trovare la selletta giusta può rivelarsi come la proverbiale ricerca dell’ago in un paglia. Questo significa che bisogna partire dalla seguente domanda: Esattamente, cosa voglio? La mia selletta deve essere:
 
*Leggera, specialmente per le mie avventure di Hike&Fly.
 
*Facile da trasportare come zaino.
 
*Avere una protezione su tutta la schiena già pronta al momento del decollo.
 
*Essere confortevole durante il volo.
 
Dopo aver testato diverse sellette, il risultato è stato che esaudivano alcune richieste, ma nessuna riusciva a soddisfarli tutti. Solo con il Roamer 2 ho potuto spuntare tutte le caselle.
 
Durante la mia prova, ho portato con me lo zaino risalendo il Monte Valinis, una salita di circa 700m, e mi sono accorta a malapena di averlo sulle spalle. Questo ha reso la salita di per sé divertente e non solo un modo per raggiungere la meta – questo è un ottimo requisito per le uscite di Hike&Fly. Lo zaino è stato ben progettato con molti dettagli: dalla tasca del cellulare facilmente raggiungibile sulla cintura in vita, alla corda elastica per sistemare la giacca; dal portabottiglie alla maglia per il fissaggio del casco. Il materiale, incluse le cerniere, sembra essere robusto.
 
La mia attrezzatura completa pesava 6,5 kg. La selletta reversibile pesa solo 1,4 kg.
 
Inizialmente, quando ho indossato l’attrezzatura, mi sentivo un po’ fragile, il che non era molto rassicurante, Comunque, sapevo che il paraschiena aggiuntivo con stecche in Nitinol, che assicura che il l’airbag sia pregonfiato prima del decollo, mi avrebbe protetto.
 
Per l’entusiasmo di provare la selletta, ho dimenticato il mio piccolo variometro e così ho iniziato la mia corsa per il decollo – mio Dio, è così facile! Non c’è nemmeno stato bisogno di muoversi nell’imbragatura per sistemarmi, nonostante i vestiti invernali – e poi è bastato solo decollare e volare.
 
Quindi quello è stato il primo momento “Aha!”. Dall’attimo in cui sono decollate, ho capito subito che selletta e bela erano un tutt’uno. Entrambe mi hanno consentito di volare facilmente e in modo giocoso e sono riuscita a salire anche senza l’aiuto del variometro. La selletta risponde alla vela immediatamente e istantaneamente recepisce lo spostamento del peso. Che divertimento avere così tanta agilità, non richiede alcuno sforzo. Ooops, il vento rinforza mentre salgo, ma riesco a raggiungere l’acceleratore senza alcun problema. Anche questo è perfetto.
 
Anche gli atterraggi sono molto più facili del solito: basta semplicemente mettersi in piedi e atterrare – fantastico. Ho avuto qualche scrupolo nelle manovre durante la spirale. Ma no, io – 1,70m, 60 kg) entro nella selletta in modo così perfetto, che tutto agisce attraverso il centro di gravità del mio corpo. Ciò significa che posso usare le gambe, la schiena e le braccia senza piegare la protezione posteriore.
 
Rollio e beccheggio solo ancora più agili sul Roamer 2 che con qualunque altra selletta, ma senza sentirsi instabili.
 
La prossima volta collegherò anche la sacca del paracadute di emergenza, che si adatta anche allo zaino. Questo lo render un chilo più pesante, ma lo render anche un’imbragatura perfettamente funzionante. Ora non vedo l’ora di iniziare le mie avventure di Hike&Fly nella prossima stagione!
 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER