LA STORIA DI INFINITYFLY

La passione che si trasforma in professione

Un sogno che diventa realtà...

Ho sempre desiderato volare e, in modo fortuito, ho scoperto il parapendio quando mio padre decise di costruire casa proprio sotto la verticale di un decollo di parapendio sui colli Berici, a Vicenza.  Fu così  che ho conosciuto dei simpatici piloti, che mi inocularono il virus del volo e mi danno indicazioni per iscrivermi al corso.

Era luglio del 2013 quando mi iscrissi alla Scuola di Parapendio Blue Phoenix di Caltrano, dove ho incontrato  gli istruttori Riccardo Barretella e il caro Max Dall'Oglio: che  riescono a trasferirmi una grande passione e diventano anche miei veri amici. A dicembre di quello stesso anno conseguo l'attestato di volo e comincio a svolazzare solo.

In quegli stessi anni stava fiorendo l'acrobazia, grazie al Safety Acro Team dei fratelli Rodriguez erano nate le manovre moderne e Max Dall'Oglio era il pilota più bravo in Italia in questa disciplina;  io ero il suo primo fan e lo seguivo ad ogni gara e dimostrazione. 

 

Una nuova livrea mi colpisce...

Nel 2005 andai a sostenere Max ad Acroaria, la competizione acrobatica che si svolgeva a Omegna (VB).  Fu lì che vidi, in anteprima mondiale, la prima vela NIVIUK: il logo e il disegno mi colpirono subito e me ne innamorai istantaneamente!

Allora presi il coraggio a due mani e andai ad incontrare un vero mito del parapendio, che volava quell'unico esemplare di NIVIUK N-Gravity: era il campione Raul Rodriguez. Molto cortesemente egli mi spiegò che si trattava di una nuova marca, NIVIUK per l'appunto, di cui lui stesso era stato tra i soci fondatori.

La voglia di creare qualcosa di nuovo

Tornai a casa affascinato e con un indea sola in testa: comprarmi una vela simile a quella. Dopo pochi giorni entrai in contatto con il Niviuk Team, che allora era sconosciuto, ma la cordialità di Dominique Cizeau mi segnò in modo particolare, tanto da farmi frullare nella testa l'idea di provare a proporre questo prodotto.

Non mi sono mai lasciato prendere dai facili entusiasmi e pondero accuratamente le mie scelte. Così raccolsi informazioni su questa nuova marca di parapendio e fu così che scoprii uno staff di tutto rilievo, con Dominique, che aveva alle spalle 15 anni di esperienza commerciale nel parapendio, e Olivier Nef, autore delle vele più belle e vincenti negli anni tra il 2000 e il 2005.

Mancava solo la prova in volo. Così, dopo mille peripezie, sono riuscito ad avere la prima Hook. Ne ricordo ancora il colore. La provai e ne rimasi entusiasta, la provarono i miei amici e anche per loro fu una vera folgorazione. Automaticamente mi convinsi!

Da qui la mia idea di lanciarmi in una nuova esperienza e lavorare con la mia passione, portando l'impronta imprenditoriale appresa dalla mia famiglia.

Gli ingredienti c'erano tutti: una marca nuova, affascinate, innovativa, uno staff di rilievo... "Si può funzionare!", mi dissi, e così incominciò la fantastica avventura di InfinityFly con NIVIUK.

Devo il successo ottenuto con Infinityfly alla mia famiglia, a Max Dall'Oglio e al Team Niviuk. Grazie!

InfinitFly Antonio Squaquara

ULTIME NEWS / EVENTI

VEDI TUTTE

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER